Finalmente una buona notizia, anche se limitata ad una provincia quella di Lecce! Ma ci auguriamo che il caso sia facilmente  esportabile come dovrebbero essere tutte le buone pratiche!

Cari amici,

SOSLinfedema porta avanti, grazie ai suoi responsabili e a tanti volontari che collaborano in modo silenzioso, da anni la battaglia per il riconoscimento della cura del LINFEDEMA primario e secondario che, come tutti sanno, non è ancora riconosciuto tra le malattie che danno automatico diritto alla cura continuativa.

In particolare fino ad oggi nei casi conclamati e successivamente alla prescrizione di uno specialista, le varie ASL potevano fornire un ciclo di 8 sedute di linfodrenaggio da usufruire anche presso strutture convenzionate con il pagamento del  Ticket.

Gli ammalati di LINFEDEMA, sanno però che le cure di tale malattia devono essere continue e che i vantaggi di prestazioni episodiche si perdono in tempi rapidi con conseguenti disagi fisici e psicologici.

Finalmente la ASL di Lecce ha reso operativa una DELIBERA che ha risolto una VACATIO LEGIS per tutti i salentini, GARANTENDO  a tutti i linfedemici della ASL LECCE distretto di Lecce e di Casarano,  di ottenere una presa in carico, la costruzione di un Progetto Riabilitativo Individuale (PRI) e la fornitura del servizio terapeutico secondo le modalità ex-art.26 quindi senza neanche il pagamento del ticket a prestazione.

Il merito di tale novità legislativa locale è da attribuire ai lavori di una commissione ristretta che  ha sviluppato il progetto partendo dalle esigenze cliniche di donne mastectomizzate, ma comprendendo subito come il problema del LINFEDEMA riguardi un universo di situazioni non solo legate alla asportazione chirurgica di linfonodi, ma comporti per tutti la stessa situazione INVALIDANTE E INGRAVESCENTE. Ringraziamo quindi sentitamente il Dr. Francesco Farì, Direttore Dipartimento Riabilitazione ASL Lecce;. – Dr.ssa Daniela Greco, Dirigente Medico Dipartimento Riabilitazione ASL Lecce e ci auguriamo che la loro determinazione nel superare una vacatio legis possa essere uno di quegli esempi di buona sanità che partono dal SUD.

 

COME OTTENERE LA PRESTAZIONE
piccola guida per chi vuole sapere cosa fare 

1) si può telefonare ad un CUP ad es. al n. 0832-311905 oppure 0836-805341   e chiedere VISITA FISIATRICA PER LINFEDEMA

2) la prima visita verrà effettuata dalla dr.ssa Daniela Greco presso la sede di LECCE nei primi due giovedì del mese, o di CASARANO nei primi due martedì del mese

3) la dr.ssa Greco valuterà la terapia da effettuare e preparerà il PRI del paziente che usufruirà delle prestazioni in uno dei sette presidi attivi in provincia di Lecce secondo la vicinanza alla sua residenza (LECCE, GALLIPOLI, CASARANO, NARDO’, MAGLIE, POGGIARDO, GAGLIANO DEL CAPO)

4)  cellulare di servizio dr. Greco (349-7880590) per informazioni

 

ATTENZIONE: secondo le nuove norme sulle liste di attesa della Regione Puglia  la prestazione è in FASCIA D e quindi deve essere effettuata entro i 30 gg successivi alla prenotazione!

 

SHARE
Previous articleIncontro con il dr. Domenico Corda
Next articleCORSO DI LINFOLOGIA
il webmaster è padre di un bimbo con un linfedema primitivo congenito. La sua fiducia nella scienza e nella ricerca lo sostengono nella speranza che il suo bimbo abbia un futuro sereno.

2 COMMENTS

  1. Domenico Perrone webmaster e referente per la regione Puglia fa iniziare alla grande l’anno per la comunità dei linfedemici in generale e del salento in particolare. Nel ringraziare tutti indistintamente quanti si sono prodigati e impegnati per raggiungere questo importante traguardo auguriamoci che le altre regione possano prendere come esempio questo format e realizzarlo nella propria, lenendo cosi’ in parte ai mille disagi dei malati di linfedema.

LEAVE A REPLY