Passata la Festa, gabbatu lu Santu?
Non si è ancora spento del tutto l’entusiasmo e soprattutto sono vive più che mai aspettative ed attese di centinaia di migliaia di malati di linfedema nella speranza che venga definito celermente l’iter attuativo del decreto presidenziale sui Lea. Allo stato, da notizie di stampa forniteci dal nostro coordinamento della Toscana, le uniche regioni che hanno già adottato una delibera di giunta attuativa del suddetto decreto LEA sono l’Emilia Romagna e il Veneto…mentre dalle Restanti vige il più assordante dei silenzi. Resta tra l’altro non ancora definito l’iter applicativo del decreto perché non sarebbero ancora emanati da parte del Ministero della Salute i due decreti attuativi necessari e che di fatto prolungherebbero la snervante attesa di chi ha bisogno di cure e tutori. Abbiamo ripreso proprio oggi i nostri contatti Istituzionali nella speranza di poter risultare propedeutici ad una celere sensibilizzazione del Ministro e delle regioni interessate. Saremo puntuali nell’informarvi non appena in possesso di buone nuove al riguardo.
(Per la Sicilia ci ha comunicato tempestivamente l’on Marika Cirone Di Marco che gli uffici dell’assessorato regionale sono al lavoro per adeguarsi ai nuovi LEA mentre il nuovo nomenclatore tariffario dovrà essere comunicato( come si diceva in premessa ) dal Ministero e il tutto dovrà passare dalla Conferenza Stato Regioni. Con buone probabilità che il percorso sia completato entro un mese)
Ultimo aggiornamento : ci scrive l’on Sofia AmoddioAmoddio

Da: “On. Sofia
A: ” Ministero Salute
Inviato: Giovedì, 20 aprile 2017 17:31:03
Oggetto: Decreti Attuativi Lea

Gentilissima Dott.ssa.

La disturbo per alcune informazioni: da fonti di stampa ho appreso dei ritardi – con esclusione di Emilia Romagna e Veneto – da parte delle Regioni nell’attuazione del decreto sui Lea. Le scrivo, per conoscere lo stato di avanzamento dei due decreti ministeriali attuativi che permetterebbero di definire l’iter applicativo del decreto sui LEA.
Le aspettative e le attese di migliaia di malati rischiano di offuscare l’entusiasmo di molti malati generato dell’emanazione del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri coi nuovi Livelli essenziali di assistenza.
Certa in una sua celere risposta,
le porgo i miei cordiali saluti

Sofia Amoddio

LEAVE A REPLY

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.