tratto da TgSquinzano

Lecce. È per domani, un appuntamento dedicato alla salute e ad una grave patologia cronica che bisognerebbe conoscere bene per essere affrontata nel modo giusto.

Lunedì, 6 marzo 2017, si celebra la Prima Giornata Nazionale di sensibilizzazione sul Linfedema; l’iniziativas’inserisce in una campagna di informazione più capillare che ha già visto impegnate diverse regioni italiane (Sicilia, Toscana, Calabria, Basilicata, Campania), e che coinvolgerà anche la Puglia – e Lecce in particolare – nel mese di maggio 2017, in attività mirate a promuovere una conoscenza corretta della patologia, difendere i diritti delle persone affette da Linfedema e garantire loro una qualità di vita dignitosa assicurando adeguate possibilità di cura. Destinatari di tali attività di informazione saranno primariamente i medici di base, che rappresentano il primo punto di contatto con i pazienti, anche perché l’importanza di una diagnosi tempestiva incide significativamente sulla possibilità di contenere l’evoluzione della patologia che, nel nostro paese, colpisce quasi mezzo milione di persone e che si manifesta con l’ingrossamento di una o più parti degli arti inferiori o superiori, o di altre parti del corpo, come viso, genitali, addome, causato da un mancato drenaggio della linfa. La causa può essere secondaria ad un intervento oncologico che abbia asportato linfonodi importanti, oppure primaria per persone che nascono già con uno o più arti ingrossati. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità ogni anno in Italia si registrano 40.000 nuovi casi di Linfedema, numeri importanti per una patologia poco conosciuta.

La ASL di Lecce, in particolare, è stata tra le prime aziende sanitarie della Regione Puglia a dotarsi di un ambulatorio, guidato dalla dottoressa Daniela Greco, in cui operano 7 fisioterapisti specializzati che operano in 5 distretti della provincia. Maggiori informazioni sono disponibili presso il CUP o possono essere ottenute dal sito internet di SOS Linfedema, l’Associazione Onlus che, insieme con Italian Lymphoedema Framework ONLUS, si pone l’obiettivo di diffondere la conoscenza di questa patologia, delle problematiche ad essa connesse, delle possibili soluzioni terapeutiche e dell’attività dei centri di cura diffusi sul territorio nazionale.

L’ambulatorio dedicato dell’Asl di Lecce – sostiene il vice presidente nazionale dell’Associazione nata nel 2007 e responsabile per la Puglia, il leccese Domenico Perrone – è una realtà importante capace di offrire sostegno medico, personale sanitario formato ed un aiuto psicologico di qualità. Parlo non solo a nome dell’Associazione che rappresento ma, anche, come genitore di un ragazzo di 12 anni, affetto da questa patologia dalla nascita. Il nostro Comitato scientifico, coordinato dal prof. Sandro Michelini, Presidente della Società Mondiale di Linfologia, ha lottato dal 2007 con manifestazioni di vario tipo, per far riconoscere la malattia e per non farla considerare malattia di serie B”.

Credo che utilizzare dei momenti celebrativi a livello nazionale sia importante– conclude Perrone- quanto dare informazioni corrette per evitare di farsi coinvolgere in ipotesi terapeutiche i cui riscontri sono incerti. Il centro dell’ASL di Lecce è una garanzia di serietà e competenza da questo punto di vista”.

LEAVE A REPLY

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.