Abbiamo messo giù quattro parole che il cuore ci suggeriva ( la sofferenza e il disagio ne consigliavano ben altre). Vi invitiamo, vi preghiamo vi sollecitiamo nell’interesse di noi tutti di spedire via email agli indirizzi di posta elettronica del Ministro e del Sottosegretario alla Salute e una copia a noi per conoscenza, l’Appello il cui testo riportiamo di seguito  che potrete comodamente avere in modo precompilato cliccando sul pulsante  al termine del presente articolo (se usate un programma per la posta elettronica come Outlook o Mail O Thunderbirds) oppure potrete usare il ?  COPIA e  INCOLLA, a partire dalle ore 09,00 di martedi’ 23 febbraio 2016 e fino alle 17 dello stesso giorno, raccomandandovi di riportare in fondo pagina nello spazio indicato il vostro nome cognome e la città di residenza.

COINVOLGETE QUANTI, AMICI, PARENTI, VOLONTARI, CONOSCENTI, MEDICI, FISIOTERAPISTI POSSIBILI….NE DEVONO ESSERE RECAPITATE TRA LE 5000 E LE 10000 MAIL SE NO SAREMMO INEFFICACI GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE:
( un particolare accorato invito è verso medici e fisioterapisti che possano coinvolgere i propri pazienti)

Ecco il testo:


Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
e p.c. ad  Italian Lymphoedema Framework onlus  &  Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006)  che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”.  Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà,  verso una categoria di ammalati,  fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

 

 

AGGIUNGETE OVVIAMENTE  IL VOSTRO    Cognome, Nome, e la vostra Città 

 

IL TESTO SOPRA PUÒ ESSERE COPIATO ED INCOLLATO IN UN MESSAGGIO DI POSTA.

PER RENDERE PIU’ SEMPLICE LA OPERAZIONE ABBIAMO CREATO UNA EMAIL STANDARD AUTOMATICA PER FACILITARE ED UNIFORMARE GLI INVII DI CHI USA UN PROGRAMMA (CLIENT) DI POSTA ELETTRONICA COME OUTLOOK O THUNDERBIRD O MAIL.

CLICCANDO SUL PULSANTE CON LA IMMAGINE CHE SEGUE SI APRE IL PROGRAMMA CHE ABITUALMENTE UTILIZZATE PER LA POSTA ELETTRONICA E SI RIEMPIE UN NUOVO MESSAGGIO,  CON LE INFORMAZIONI  SOPRA RIPORTATE, INCLUSI GLI INDIRIZZI DEI DESTINATARI.
BASTERÀ COMPLETARE LA EMAIL CON  IL PROPRIO NOME E COGNOME ED INVIARE IL MESSAGGIO

Clic per avere la email autocompilata
Clic per avere la email autocompilata

70 COMMENTS

  1. buon giorno vorrei che lei e la sua squadra di ministri pensasse anche a me e a tantissim persone cheogni anni fanno tantissimi sacrifici e operazione per risolvere il problemi linfatici che voi ancora non considerate grazie

  2. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.
    Maria Luisa Sardi – roma

  3. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  4. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  5. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  6. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  7. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  8. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  9. Cara Ministro ti scrivo…sperando ti rimorda un po’
    Feb 18, 2016 29 Comments by webmaster

    Abbiamo messo giù quattro parole che il cuore ci suggeriva ( la sofferenza e il disagio ne consigliavano ben altre). Vi invitiamo, vi preghiamo vi sollecitiamo nell’interesse di noi tutti di spedire via email agli indirizzi di posta elettronica del Ministro e del Sottosegretario alla Salute e una copia a noi per conoscenza, l’Appello il cui testo riportiamo di seguito che potrete comodamente avere in modo precompilato cliccando sul pulsante al termine del presente articolo (se usate un programma per la posta elettronica come Outlook o Mail O Thunderbirds) oppure potrete usare il ? COPIA e INCOLLA, a partire dalle ore 09,00 di martedi’ 23 febbraio 2016 e fino alle 17 dello stesso giorno, raccomandandovi di riportare in fondo pagina nello spazio indicato il vostro nome cognome e la città di residenza.

    COINVOLGETE QUANTI, AMICI, PARENTI, VOLONTARI, CONOSCENTI, MEDICI, FISIOTERAPISTI POSSIBILI….NE DEVONO ESSERE RECAPITATE TRA LE 5000 E LE 10000 MAIL SE NO SAREMMO INEFFICACI GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE:
    ( un particolare accorato invito è verso medici e fisioterapisti che possano coinvolgere i propri pazienti)

    Ecco il testo:

    Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  10. Cara Ministro ti scrivo…sperando ti rimorda un po’
    Feb 18, 2016 29 Comments by webmaster

    Abbiamo messo giù quattro parole che il cuore ci suggeriva ( la sofferenza e il disagio ne consigliavano ben altre). Vi invitiamo, vi preghiamo vi sollecitiamo nell’interesse di noi tutti di spedire via email agli indirizzi di posta elettronica del Ministro e del Sottosegretario alla Salute e una copia a noi per conoscenza, l’Appello il cui testo riportiamo di seguito che potrete comodamente avere in modo precompilato cliccando sul pulsante al termine del presente articolo (se usate un programma per la posta elettronica come Outlook o Mail O Thunderbirds) oppure potrete usare il ? COPIA e INCOLLA, a partire dalle ore 09,00 di martedi’ 23 febbraio 2016 e fino alle 17 dello stesso giorno, raccomandandovi di riportare in fondo pagina nello spazio indicato il vostro nome cognome e la città di residenza.

    COINVOLGETE QUANTI, AMICI, PARENTI, VOLONTARI, CONOSCENTI, MEDICI, FISIOTERAPISTI POSSIBILI….NE DEVONO ESSERE RECAPITATE TRA LE 5000 E LE 10000 MAIL SE NO SAREMMO INEFFICACI GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE:
    ( un particolare accorato invito è verso medici e fisioterapisti che possano coinvolgere i propri pazienti)

    Ecco il testo:

    Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  11. Cara Ministro ti scrivo…sperando ti rimorda un po’
    Feb 18, 2016 29 Comments by webmaster

    Abbiamo messo giù quattro parole che il cuore ci suggeriva ( la sofferenza e il disagio ne consigliavano ben altre). Vi invitiamo, vi preghiamo vi sollecitiamo nell’interesse di noi tutti di spedire via email agli indirizzi di posta elettronica del Ministro e del Sottosegretario alla Salute e una copia a noi per conoscenza, l’Appello il cui testo riportiamo di seguito che potrete comodamente avere in modo precompilato cliccando sul pulsante al termine del presente articolo (se usate un programma per la posta elettronica come Outlook o Mail O Thunderbirds) oppure potrete usare il ? COPIA e INCOLLA, a partire dalle ore 09,00 di martedi’ 23 febbraio 2016 e fino alle 17 dello stesso giorno, raccomandandovi di riportare in fondo pagina nello spazio indicato il vostro nome cognome e la città di residenza.

    COINVOLGETE QUANTI, AMICI, PARENTI, VOLONTARI, CONOSCENTI, MEDICI, FISIOTERAPISTI POSSIBILI….NE DEVONO ESSERE RECAPITATE TRA LE 5000 E LE 10000 MAIL SE NO SAREMMO INEFFICACI GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE:
    ( un particolare accorato invito è verso medici e fisioterapisti che possano coinvolgere i propri pazienti)

    Ecco il testo:

    Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  12. Cara Ministro ti scrivo…sperando ti rimorda un po’
    Feb 18, 2016 29 Comments by webmaster

    Abbiamo messo giù quattro parole che il cuore ci suggeriva ( la sofferenza e il disagio ne consigliavano ben altre). Vi invitiamo, vi preghiamo vi sollecitiamo nell’interesse di noi tutti di spedire via email agli indirizzi di posta elettronica del Ministro e del Sottosegretario alla Salute e una copia a noi per conoscenza, l’Appello il cui testo riportiamo di seguito che potrete comodamente avere in modo precompilato cliccando sul pulsante al termine del presente articolo (se usate un programma per la posta elettronica come Outlook o Mail O Thunderbirds) oppure potrete usare il ? COPIA e INCOLLA, a partire dalle ore 09,00 di martedi’ 23 febbraio 2016 e fino alle 17 dello stesso giorno, raccomandandovi di riportare in fondo pagina nello spazio indicato il vostro nome cognome e la città di residenza.

    COINVOLGETE QUANTI, AMICI, PARENTI, VOLONTARI, CONOSCENTI, MEDICI, FISIOTERAPISTI POSSIBILI….NE DEVONO ESSERE RECAPITATE TRA LE 5000 E LE 10000 MAIL SE NO SAREMMO INEFFICACI GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE:
    ( un particolare accorato invito è verso medici e fisioterapisti che possano coinvolgere i propri pazienti)

    Ecco il testo:

    Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  13. Caro Ministro,

    mi chiamo Laura, vivo a Cassino ed ho 41 anni.
    Sono affetta da linfedema primario agli arti superiori, le garantisco che non ho deciso io di ammalarmi di questa malattia a molti sconosciuta e da molti denigrata a “semplice problema estetico”,ho scoperto di essere affetta da questa patologia all’età di 34 anni, e proprio da allora è iniziato il mio Calvario! Chi è al potere, come Lei, non può ignorare la sofferenza di tante persone che vivono la mia situazione, siamo cittadini anche noi oltre che Persone, meritevoli in quanto tali, di rispetto e abbiamo tutto il diritto di vederci garantite le cure, i bendaggi, le visite e quant’altro , dal SSN. Dobbiamo farci carico di spese attinenti ai trattamenti di fisioterapia, all’acquisto di calze contenitive, ma voi al Ministero, lo sapete cosa significa vivere ogni giorno in questo modo, attento a una puntura d’insetto, al braccio che magari si gonfia oltremodo, ad un rossore anomalo ,alle difese immunitarie che sono perennemente basse, ma questa è VITA? Ma lo Stato, in tutto questo tran tran è l’illustre assente, non vede ( o finge di non vedere) e non sente l’urlo della nostra sofferenza accompagnata da momenti di grande sconforto! Questi profondi disagi li vive non solo il malato ma soprattutto le famiglie, nel mio caso mio marito!
    E’ lui che mi accompagna alle visite di controllo , è lui che mi accompagna a fare terapia, è lui che mi accompagna a fare i prelievi di sangue ( le preciso che il sangue non possono tirarlo dalle mie braccia, bensì dai piedi o dalle safene delle gambe). Oltre al dolore fisico che ormai è una costante, c’è il dolore dell’anima, quel “non essere considerato” da chi dovrebbe venirti incontro, quell’aiuto anche economico che ci consentirebbe di fronteggiare la malattia in maniera più serena. Chissà forse ho perso solo del tempo a contattarla, forse non leggerà mai questo mio scritto, ma almeno so di averci provato! Le rinnovo l’invito ad acquisire informazioni su questa malattia, e soprattutto sulle condizioni delle persone che come me ( non ancora anziana) hanno parte del corpo, nel mio caso le mani e le braccia deturpate dalla malattia.
    Spero di non averle rubato del tempo prezioso, ma era doveroso informarla di come si vive con il LINFEDEMA!

    Laura.

  14. siamo in tanti …a chiedere questo .hai tanto da fere .ma speriamo che la nostra richiesta sia ascoltata e mandata a buon fine

  15. Laura Gazzellone

    Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  16. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  17. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  18. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  19. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  20. Cara Ministro ti scrivo…sperando ti rimorda un po’
    Feb 18, 2016 29 Comments by webmaster

    Abbiamo messo giù quattro parole che il cuore ci suggeriva ( la sofferenza e il disagio ne consigliavano ben altre). Vi invitiamo, vi preghiamo vi sollecitiamo nell’interesse di noi tutti di spedire via email agli indirizzi di posta elettronica del Ministro e del Sottosegretario alla Salute e una copia a noi per conoscenza, l’Appello il cui testo riportiamo di seguito che potrete comodamente avere in modo precompilato cliccando sul pulsante al termine del presente articolo (se usate un programma per la posta elettronica come Outlook o Mail O Thunderbirds) oppure potrete usare il ? COPIA e INCOLLA, a partire dalle ore 09,00 di martedi’ 23 febbraio 2016 e fino alle 17 dello stesso giorno, raccomandandovi di riportare in fondo pagina nello spazio indicato il vostro nome cognome e la città di residenza.

    COINVOLGETE QUANTI, AMICI, PARENTI, VOLONTARI, CONOSCENTI, MEDICI, FISIOTERAPISTI POSSIBILI….NE DEVONO ESSERE RECAPITATE TRA LE 5000 E LE 10000 MAIL SE NO SAREMMO INEFFICACI GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE:
    ( un particolare accorato invito è verso medici e fisioterapisti che possano coinvolgere i propri pazienti)

    Ecco il testo:

    Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  21. Cara Ministro ti scrivo…sperando ti rimorda un po’
    Feb 18, 2016 29 Comments by webmaster

    Abbiamo messo giù quattro parole che il cuore ci suggeriva ( la sofferenza e il disagio ne consigliavano ben altre). Vi invitiamo, vi preghiamo vi sollecitiamo nell’interesse di noi tutti di spedire via email agli indirizzi di posta elettronica del Ministro e del Sottosegretario alla Salute e una copia a noi per conoscenza, l’Appello il cui testo riportiamo di seguito che potrete comodamente avere in modo precompilato cliccando sul pulsante al termine del presente articolo (se usate un programma per la posta elettronica come Outlook o Mail O Thunderbirds) oppure potrete usare il ? COPIA e INCOLLA, a partire dalle ore 09,00 di martedi’ 23 febbraio 2016 e fino alle 17 dello stesso giorno, raccomandandovi di riportare in fondo pagina nello spazio indicato il vostro nome cognome e la città di residenza.

    COINVOLGETE QUANTI, AMICI, PARENTI, VOLONTARI, CONOSCENTI, MEDICI, FISIOTERAPISTI POSSIBILI….NE DEVONO ESSERE RECAPITATE TRA LE 5000 E LE 10000 MAIL SE NO SAREMMO INEFFICACI GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE:
    ( un particolare accorato invito è verso medici e fisioterapisti che possano coinvolgere i propri pazienti)

    Ecco il testo:

    Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  22. Cara Ministro ti scrivo…sperando ti rimorda un po’
    Feb 18, 2016 29 Comments by webmaster

    Abbiamo messo giù quattro parole che il cuore ci suggeriva ( la sofferenza e il disagio ne consigliavano ben altre). Vi invitiamo, vi preghiamo vi sollecitiamo nell’interesse di noi tutti di spedire via email agli indirizzi di posta elettronica del Ministro e del Sottosegretario alla Salute e una copia a noi per conoscenza, l’Appello il cui testo riportiamo di seguito che potrete comodamente avere in modo precompilato cliccando sul pulsante al termine del presente articolo (se usate un programma per la posta elettronica come Outlook o Mail O Thunderbirds) oppure potrete usare il ? COPIA e INCOLLA, a partire dalle ore 09,00 di martedi’ 23 febbraio 2016 e fino alle 17 dello stesso giorno, raccomandandovi di riportare in fondo pagina nello spazio indicato il vostro nome cognome e la città di residenza.

    COINVOLGETE QUANTI, AMICI, PARENTI, VOLONTARI, CONOSCENTI, MEDICI, FISIOTERAPISTI POSSIBILI….NE DEVONO ESSERE RECAPITATE TRA LE 5000 E LE 10000 MAIL SE NO SAREMMO INEFFICACI GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE:
    ( un particolare accorato invito è verso medici e fisioterapisti che possano coinvolgere i propri pazienti)

    Ecco il testo:

    Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  23. Cara Ministro ti scrivo…sperando ti rimorda un po’
    Feb 18, 2016 29 Comments by webmaster

    Abbiamo messo giù quattro parole che il cuore ci suggeriva ( la sofferenza e il disagio ne consigliavano ben altre). Vi invitiamo, vi preghiamo vi sollecitiamo nell’interesse di noi tutti di spedire via email agli indirizzi di posta elettronica del Ministro e del Sottosegretario alla Salute e una copia a noi per conoscenza, l’Appello il cui testo riportiamo di seguito che potrete comodamente avere in modo precompilato cliccando sul pulsante al termine del presente articolo (se usate un programma per la posta elettronica come Outlook o Mail O Thunderbirds) oppure potrete usare il ? COPIA e INCOLLA, a partire dalle ore 09,00 di martedi’ 23 febbraio 2016 e fino alle 17 dello stesso giorno, raccomandandovi di riportare in fondo pagina nello spazio indicato il vostro nome cognome e la città di residenza.

    COINVOLGETE QUANTI, AMICI, PARENTI, VOLONTARI, CONOSCENTI, MEDICI, FISIOTERAPISTI POSSIBILI….NE DEVONO ESSERE RECAPITATE TRA LE 5000 E LE 10000 MAIL SE NO SAREMMO INEFFICACI GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE:
    ( un particolare accorato invito è verso medici e fisioterapisti che possano coinvolgere i propri pazienti)

    Ecco il testo:

    Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  24. Cara Ministro ti scrivo…sperando ti rimorda un po’
    Feb 18, 2016 29 Comments by webmaster

    Abbiamo messo giù quattro parole che il cuore ci suggeriva ( la sofferenza e il disagio ne consigliavano ben altre). Vi invitiamo, vi preghiamo vi sollecitiamo nell’interesse di noi tutti di spedire via email agli indirizzi di posta elettronica del Ministro e del Sottosegretario alla Salute e una copia a noi per conoscenza, l’Appello il cui testo riportiamo di seguito che potrete comodamente avere in modo precompilato cliccando sul pulsante al termine del presente articolo (se usate un programma per la posta elettronica come Outlook o Mail O Thunderbirds) oppure potrete usare il ? COPIA e INCOLLA, a partire dalle ore 09,00 di martedi’ 23 febbraio 2016 e fino alle 17 dello stesso giorno, raccomandandovi di riportare in fondo pagina nello spazio indicato il vostro nome cognome e la città di residenza.

    COINVOLGETE QUANTI, AMICI, PARENTI, VOLONTARI, CONOSCENTI, MEDICI, FISIOTERAPISTI POSSIBILI….NE DEVONO ESSERE RECAPITATE TRA LE 5000 E LE 10000 MAIL SE NO SAREMMO INEFFICACI GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE:
    ( un particolare accorato invito è verso medici e fisioterapisti che possano coinvolgere i propri pazienti)

    Ecco il testo:

    Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  25. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  26. Mora Erica, Villa Carcina. Caro Ministro Lorenzin, legga con molta attenzione ciò che le persone prima di me hanno scritto. Le persone affette da linfedema non sono malati di serie B, purtroppo c’è ancora molta ignoranza in merito. Chiediamo che vengano riconosciuti i nostri diritti, nonché il diritto alla salute.

  27. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  28. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  29. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  30. Al

    Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  31. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  32. Caro ministro che di Laurea non ne ha di tagli ne ha fatti tanti e non intendo di capelli, l’onore penso l’abbia perso a briscola, dico può evitare di fare altra sciocchezze. Grazie.

  33. Conosco bene i problemi che porta questa rara malattia , chi può faccia qualcosa per rendere più semplici ed economiche le cure .

  34. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  35. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  36. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  37. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  38. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it

    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  39. Cara Ministro ti scrivo…sperando ti rimorda un po’
    Feb 18, 2016No Commentsby webmaster

    Abbiamo messo giù quattro parole che il cuore ci suggeriva ( la sofferenza e il disagio ne consigliavano ben altre). Vi invitiamo, vi preghiamo vi sollecitiamo nell’interesse di noi tutti di spedire via email agli indirizzi di posta elettronica del Ministro e del Sottosegretario alla Salute e una copia a noi per conoscenza, l’Appello il cui testo riportiamo di seguito che potrete comodamente avere in modo precompilato cliccando sul pulsante al termine del presente articolo (se usate un programma per la posta elettronica come Outlook o Mail O Thunderbirds) oppure potrete usare il ? COPIA e INCOLLA, a partire dalle ore 09,00 di martedi’ 23 febbraio 2016 e fino alle 17 dello stesso giorno, raccomandandovi di riportare in fondo pagina nello spazio indicato il vostro nome cognome e la città di residenza.
    COINVOLGETE QUANTI, AMICI, PARENTI, VOLONTARI, CONOSCENTI, MEDICI, FISIOTERAPISTI POSSIBILI….NE DEVONO ESSERE RECAPITATE TRA LE 5000 E LE 10000 MAIL SE NO SAREMMO INEFFICACI GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE:
    ( un particolare accorato invito è verso medici e fisioterapisti che possano coinvolgere i propri pazienti)
    Ecco il testo:

    Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  40. Cara Ministro ti scrivo…sperando ti rimorda un po’
    Feb 18, 2016No Commentsby webmaster

    Abbiamo messo giù quattro parole che il cuore ci suggeriva ( la sofferenza e il disagio ne consigliavano ben altre). Vi invitiamo, vi preghiamo vi sollecitiamo nell’interesse di noi tutti di spedire via email agli indirizzi di posta elettronica del Ministro e del Sottosegretario alla Salute e una copia a noi per conoscenza, l’Appello il cui testo riportiamo di seguito che potrete comodamente avere in modo precompilato cliccando sul pulsante al termine del presente articolo (se usate un programma per la posta elettronica come Outlook o Mail O Thunderbirds) oppure potrete usare il ? COPIA e INCOLLA, a partire dalle ore 09,00 di martedi’ 23 febbraio 2016 e fino alle 17 dello stesso giorno, raccomandandovi di riportare in fondo pagina nello spazio indicato il vostro nome cognome e la città di residenza.
    COINVOLGETE QUANTI, AMICI, PARENTI, VOLONTARI, CONOSCENTI, MEDICI, FISIOTERAPISTI POSSIBILI….NE DEVONO ESSERE RECAPITATE TRA LE 5000 E LE 10000 MAIL SE NO SAREMMO INEFFICACI GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE:
    ( un particolare accorato invito è verso medici e fisioterapisti che possano coinvolgere i propri pazienti)
    Ecco il testo:

    Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  41. Cara Ministro ti scrivo…sperando ti rimorda un po’
    Feb 18, 2016No Commentsby webmaster

    Abbiamo messo giù quattro parole che il cuore ci suggeriva ( la sofferenza e il disagio ne consigliavano ben altre). Vi invitiamo, vi preghiamo vi sollecitiamo nell’interesse di noi tutti di spedire via email agli indirizzi di posta elettronica del Ministro e del Sottosegretario alla Salute e una copia a noi per conoscenza, l’Appello il cui testo riportiamo di seguito che potrete comodamente avere in modo precompilato cliccando sul pulsante al termine del presente articolo (se usate un programma per la posta elettronica come Outlook o Mail O Thunderbirds) oppure potrete usare il ? COPIA e INCOLLA, a partire dalle ore 09,00 di martedi’ 23 febbraio 2016 e fino alle 17 dello stesso giorno, raccomandandovi di riportare in fondo pagina nello spazio indicato il vostro nome cognome e la città di residenza.
    COINVOLGETE QUANTI, AMICI, PARENTI, VOLONTARI, CONOSCENTI, MEDICI, FISIOTERAPISTI POSSIBILI….NE DEVONO ESSERE RECAPITATE TRA LE 5000 E LE 10000 MAIL SE NO SAREMMO INEFFICACI GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE:
    ( un particolare accorato invito è verso medici e fisioterapisti che possano coinvolgere i propri pazienti)
    Ecco il testo:

    Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  42. è giusto che tutti i cittadini siano assistiti, ma è ancora più giusto assistere i cittadini che hanno bisogno e le persone affette da linfema hanno veramente bisogno di assostenza.
    NON LI DIMENTICHI IL SISTEMA SANITARIO NAZIONALE

  43. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  44. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

  45. Al Ministro on.le Beatrice Lorenzin segreteriaministro@sanita.it
    Al Sottosegretario on. Vito De Filippo segreteria.defilippo@sanita.it
    e p.c. ad Italian Lymphoedema Framework onlus & Sos Linfedema onlus info@soslinfedema.it
    Le Linee Guida Nazionali del LINFEDEMA vennero elaborate da un’apposita commissione ministeriale di esperti (istituita nel 2006) che consegnò il testo unico finale, nel dicembre 2007, ai dirigenti competenti del Ministero. Da allora, dette Linee Guida si trascinano stancamente, da un cassetto ad una scrivania, del Ministero della Salute . Ogni tanto, mercé l’interesse del politico di turno, vengono rivisitate e aggiornate marginalmente, in qualche parte, per poi tornare a ” dormire”. Eppure la loro emanazione, da parte del Ministero, consentirebbe ad una cospicua fetta di umanità in sofferenza per il LINFEDEMA, di poter finalmente usufruire di quelle cure idonee e necessarie, per tentare almeno di bloccare il male, cronico, invalidante e ingravescente.
    E’ un fatto di equità, di giustizia sociale, ancor prima di Umanità e Solidarietà, verso chi è malato per il resto di tempo che gli è dato vivere.
    Sembrerebbe che attualmente, le Linee Guida, siano sul tavolo del Ministro, alla Firma, per poi poter essere emanate, nella conferenza Stato Regioni. L’adozione delle Linee guida per il LINFEDEMA, sembra, non comporterebbe alcuna spesa od onere suppletivo, a costo praticamente zero, senza alcuna attivazione di nuovi posti letto, di Day Hospital, di Degenza riabilitativa o di ex articolo 26, quanto l’ottimizzazione di quelli già esistenti, considerato che il costo riabilitativo, di un malato di LINFEDEMA, è decisamente inferiore, rispetto a quelli neurologici o ortopedici.
    Un Appello Alla Ministro On. Lorenzin, al Sottosegretario On. De Filippo, affinché, senza indugio o remora alcuna, rendano possibile e concreto questo atto di Equità, di Giustizia Sociale, di Umana Solidarietà, verso una categoria di ammalati, fino ad oggi nell’invisibile indifferenza del S.S.N.

LEAVE A REPLY

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.